Tel. 0761 646591      info@assofrutti.com

Ruolo primario delle organizzazioni di produttori

25 Maggio 2020

Ridurre la volatilità dei prezzi garantendo una remunerazione adeguata ai produttori corilicoli si può, grazie alle aggregazioni tra gli imprenditori agricoli e al ruolo centrale delle organizzazioni di produttori che consentono di agevolare la sottoscrizione di contratti di medio lungo termine con l’industria trasformatrice e creare sinergie tra gli operatori della filiera. È quanto emerso durante il convegno “Nocciolo: prospettive e sviluppo di un modello di filiera”, tenutosi presso la Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria dell’Università di Bologna, a cui hanno partecipato i più importanti protagonisti della filiera corilicola, tra cui Assofrutti.

Sono intervenuti il Prof. Siviero Sansavini e Prof. Carlo Pizzaroli dell’Università di Bologna, la Prof.ssa Nadia Valentini dell’Università di Torino, l’economista Giuseppe Liso.
E’ seguita una tavola rotonda cui hanno preso parte i principali rappresentanti di tutta la filiera corilicola: Pompeo Mascagna per Assofrutti, Pier Paolo Bertone per Ascopiemonte, Fabio Piretta per il gruppo Ferrero, Giuseppe Calcagni per Besana, oltre che ai rappresentanti della ricerca universitaria e il Dott. Alberto Manzo per il Ministero delle Politiche Agricole.

Durante il suo intervento il Presidente Assofrutti Pompeo Mascagna ha ribadito l’importanza delle aggregazioni tra gli agricoltori e le organizzazioni di produttori e tra le OP stesse per creare sinergie, sia sotto il profilo dell’aggregazione dell’offerta commerciale, sia sotto il profilo dell’assistenza tecnica e dei servizi diretti ai produttori agricoli.

 

Caprarola, 22 marzo 2017

Seguici sui social

Altre categorie

Potrebbero interessarti anche questi articoli